Lavoro stagionale: grazie a causa Cisl, giudice introduce un limite alle proroghe

Lavoro stagionale: grazie a causa Cisl, giudice introduce un limite alle proroghe

Milano, 16.12.2019

Anche per i lavoratori stagionali c’è un limite alle proroghe. Lo ha stabilito nei giorni scorsi il giudice del lavoro del Tribunale di Como, Barbara Cao, ordinando l’assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore della Bolton Alimentari di Cermenate, l’azienda che inscatola il tonno della Rio Mare. Assistito dall’ufficio vertenze della Cisl territoriale, il giovane, carrellista-mulettista assunto dall’azienda con ripetuti contratti stagionali per oltre 10 anni, si è rivolto al giudice per rivendicare l’assunzione stabile. A partire dal 2011, infatti, era stato assunto ogni anno per sette mesi complessivi. Il contratto tutti gli anni veniva stipulato inizialmente da gennaio fino a marzo/aprile, prorogato una prima volta fino a giugno e poi prorogato ancora fino a settembre.

“Alla luce di questa situazione – spiega Antonio Mastroberti, coordinatore uffici vertenze Cisl Lombardia – il giudice del lavoro di Como con sentenza 328/2019 ha stabilito che il nostro lavoratore ha finalmente diritto ad essere assunto a tempo indeterminato a decorrere dal 1° maggio 2018, data dell’ultima proroga, in quanto l’azienda ha superato il limite delle cinque proroghe previste, nonché ad essere risarcito per un importo pari a 12 mensilità”. “E’ una sentenza assolutamente condivisibile – aggiunge – che può dare qualche possibilità in più ai milioni di lavoratori che ogni anno nel nostro Paese lavorano nei settori turistico-alberghiero, agricoltura e, come nel nostro caso, in aziende alimentari, e chiedono di essere stabilizzati”.

 

VUOI SAPERNE DI PIU’ ? LEGGI LA SENTENZA 

 

LEGGI ANCHE GLI ARTICOLI USCITI