Legno e laterizi manufatti, l’attivo regionale approva il rinnovo del contratto

Legno e laterizi manufatti, l’attivo regionale approva il rinnovo del contratto

Sono circa 4000 gli addetti del settore in Lombardia

Milano, 5.7.2022

L’attivo regionale delle Rsu del settore Legno e Laterizi Manufatti, riunitosi a Brescia, ha approvato ieri l’ipotesi di rinnovo del contratto nazionale di settore per il periodo 1 aprile 2022 – 30 settembre 2025.
Le circa 50 delegate/i presenti in rappresentanza dei 4.000 addetti in Lombardia hanno discusso dei temi e dei problemi che i lavoratori registrano nei luoghi di lavoro. “Nelle assemblee fino ad ora svolte . affermano i sindacati di categoria regionali Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil in una nota unitaria – è emerso un apprezzamento per, il Dvr consegnato ai Rls, la bilateralità ed in particolare gli inquadramenti professionali dei lavoratori, la contrattazione di 2° livello, il governo degli appalti e subappalti, la transizione ecologica. Particolare attenzione è stata riservata al salario fresco (€ 100,00 a livello C parametro 136) da erogare per rispondere all’impennata dei costi (bollette, energia, alimentari), la prima tranche erogata dal 01.07.2022 pari ad € 40,00”.
Per quanto riguarda la parte normativa, son stati apprezzati:

  • sei mesi di aumento periodo di comporto per malati gravi;
  • tre mesi in più di congedo retribuito per le lavoratrici vittime di violenza;
  • istituzione giornata sicurezza per 28 aprile di ogni anno;
  • a gennaio 2025 si raggiungerà la quota dei 10,00 € per il Fondo Altea uniformandola agli altri contratti dei materiali.