Servizi ambientali, intesa sul rinnovo del contratto

Servizi ambientali, intesa sul rinnovo del contratto

Aumento medio nel triennio di 121 euro

Milano, 23.5.2022

Grande soddisfazione per l’accordo raggiunto sull’ipotesi di rinnovo del del contratto nazionale Ambiente tra tra i sindacati di categoria Fp Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fiadel, e le associazioni datoriali Fise, Assoambiente, Utilitalia, Cisambiente, Legacoop, Confcooperative ed Agic.

L’intesa prevede un aumento nel triennio di 121 euro erogati con i seguenti scaglioni:

– 30 € luglio 2022;
-25 € luglio 2023;
-25 € luglio 2024;
-80 € alla paga base;
(cifre esempio calcolate su parametro medio 3° livello A)

Inoltre sono previsti 180 € (15€uro mese) per tutti in aggiunta al premio di risulto aziendale, che confluiscono alla paga base nel caso di scostamento al rialzo dello 0,5%, rispetto all’attuale 3,4% per gli anni 2022/2023 della percentuale del tasso di inflazione rispetto alle previsioni “Ipca” (per ulteriori dettagli si veda il testo dell’ipotesi di accordo).


Sul fronte delle relazioni industriali, l’intesa:

  • afferma e conferma la titolarità delle segreterie territorialmente competenti stipulanti il Ccnl dei Servizi Ambientali, congiuntamente alle eventuali Rsu;
  • uniforma gli scatti di anzianità tra Utilitalia e Assoambiente attraverso il meccanismo di recupero per i lavoratori attualmente in forza;
  • definisce il capitolo relativo ai provvedimenti disciplinari con l’affermazione di 3 fasi di gradualità che ridimensionano gli effetti negativi del “ jobs act “che lasciava mano libera alle aziende di applicare, talvolta, provvedimenti pesanti con massime sanzioni e senza principio di gradualità.
  • mantenimento il pagamento di tutte le festività;
  • estende il fondo Fasda anche ai lavoratori con contratto a tempo determinato di almeno 12 mesi purché continuativi anche su anni diversi;
  • rivede e unifica al 20% il numero complessivo dei dipendenti a tempo determinato, che avranno diritto di precedenza nelle nuove assunzioni a tempo indeterminato, e somministrati;
  • stabilisce le modalità di prosecuzione delle trattative per il perfezionamento dell’intesa di rinnovo, che riguarderanno tra le più importanti materie sui trasferimenti, cambi appalto, classificazione ecc.

Ora saranno le assemblee che dovranno esprimersi sull’ipotesi del verbale di accordo.